Germania ( 1919-1945 )
BELLISSIMA REPLICA DELL' ANELLO D'ONORE DELLE SS
( SS-TOTENKOPFRING ) IN ARGENTO CON CUSTODIA  

Prezzo: venduto - cod. nr. 25451

Il "Totenkopfring der SS" è uno degli oggetti "mito" per i collezionisti di militaria della seconda guerra mondiale. La sua estrema rarità (si stima che dopo la guerra fossero rimasti nelle mani dei sopravvissuti non più di 3500 anelli) e il fascino esercitato dal famoso e famigerato corpo "nero" nazista ne hanno fatto un vero e proprio "oggetto del desiderio" che solo pochi collezionisti sono riusciti a possedere.


Tutto ciò ha prodotto, fin dall'immediato dopoguerra, una proliferazione di falsi, alcuni dei quali così ben fatti da ingannare anche i collezionisti più esperti.

Oggi è possibile aggiudicarsi un "Totenkopfring" originale, supposto che lo si possa trovare, solo sborsando non meno di 6/7.000 euro fino ad alcune decine di migliaia di euro a seconda della notorietà di chi lo aveva ricevuto.


Per poter soddisfare il desiderio della gran parte dei collezionisti, di avere almeno una copia "segnaposto" nella propria collezione, sono state realizzate negli ultimi anni molte repliche, più o meno corrispondenti agli originali, che vengono vendute come "repliche da museo" a prezzi accessibili.
Questo esemplare è realizzato in argento e assemblato in due pezzi come gli originali. La parte esterna è identica con le rune e gli altri disegni nel giusto ordine mentre all'interno vi è la corretta iscrizione: S.lb., il nome del decorato (Geil), la data in cui l'anello è stato assegnato (20.4.1937) e il facsimile della firma di Himmler.
Il peso dell'anello (8,77 grammi), a differenza di quello di molte copie che risulta nettamente inferiore, è quasi lo stesso degli originali.
Questo esemplare unico misura 21 mm di diametro interno ed è quindi adatto ad una mano maschile di medie dimensioni. E completo della sua scatolina nera con le rune delle SS, copia delle scatole originali con le quali venivano consegnati i Totenkopfring ai decorati da Himmler.


Himmler aveva ben chiara in mente la potenza del simbolismo quando nell'aprile del 1934 istituì il "Totenkopfring". L'anello infatti mostrava le rune e altri simboli mistici cari all'organizzazione delle SS, simboli che giocavano un ruolo importante nel creare intorno alla stessa un alone di mistero e di potenza. Esso non era una decorazione ufficiale del Terzo Reich, come tutte le altre, bensì un regalo personale del Reichsfuehrer-SS riservato a quegli ufficiali anziani che avevano dimostrato le loro doti di impegno, devozione totale e lealtà nei confronti del87229 Fuehrer. Inizialmente fu riservato solo agli ufficiali della "vecchia guardia" i cui numeri di iscrizione erano al di sotto del numero 5.000, ma questa rigidità si affievolì nel tempo tanto che nel 1939, ogni ufficiale con più di tre anni di anzianità poteva riceverlo.
Indipendentemente dall'anzianità , gli ufficiali dovevano avere uno stato di servizio impeccabile per aspirare all'anello. Se per caso, dopo l'assegnazione, l'ufficiale rompeva il codice d'onore delle SS oppure veniva sospeso o addirittura espulso dal corpo, doveva immediatamente restituire l'anello.
Isieme all'anello veniva consegnata una lettera personale del Reichsfuehrer-SS che costituiva la motivazione del premio ottenuto e ricordava le regole di lealtà e fedeltà al Fuehrer cui tutti i membri delle SS erano tenuti.


 

 

18-3-2021