Italia (1919-1939)
DISTINTIVO DA GIACCA ANNI TRENTA "ROMA UNIVERSA"
Prezzo: Euro 90,00 - cod. nr. 25824

Raro distintivo da giacca  in metallo dorato e smalti policromi, di epoca anni Trenta "ROMA UNIVERSA".


Il distintivo veniva indossato dai membri dei Comitati d'azione per la Universalità di Roma.
Il distintivo raffigura un arco in smalto bianco al cui interno una lupa di Roma dorata con fascio littorio sovrasta un medaglione blu con la lettera "M".


I Comitati d'Azione per l'Universalità di Roma (CAUR) furono un'organizzazione politica avente lo scopo di coltivare l'unione tra tutti i partiti fascisti presenti nel mondo, una Internazionale Fascista sul modello del sovietico "Komintern".


Preparati dopo il tornante elettorale del 1929 attraverso la propaganda di riviste gestite da personaggi, in primis Asvero Gravelli, che intendevano rappresentare la "meglio gioventù" del regime risvegliandone gli istinti rivoluzionari, i CAUR vennero fondati nel 1933. Ebbero sedi in varie nazioni europee, coordinati da Eugenio Coselschi, uomo legato da ambigui rapporti con i vertici del regime, veterano della Grande guerra e legionario fiumano come Gravelli. I compiti dei Comitati, sulla carta, erano parecchi, tra cui organizzare i simpatizzanti stranieri in Italia e diffondere le idee del regime oltrefrontiera, ma in sostanza ve n'era uno: sulla base di un carattere universale del fascismo, tentare di metter su una sorta di "internazionale" fascista composta da singoli e movimenti che in Europa si richiamavano o ammiccavano al fascismo. Coselschi  avrebbe promosso incontri a livello continentale dei CAUR solo nell'arco di pochi mesi. Dopo il 1935, benché formalmente esistenti fino al 1939, i CAUR non si riunirono più. Il loro fu un fallimento. Il distintivo misura 20 mm di altezza ed ha una larghezza di 13 mm. 

 

16-10-2021