Italia R.S.I.
RARISSIMA PLACCA RICORDO DEL 1° CORSO "ITALIA" PER LE AUSILIARIE DELLA SAF SVOLTOSI A VENEZIA LIDO NEL 1944
Prezzo: Euro 1200,00 - cod. nr. 25331

Questa bellissima placca in argento costituiva, probabilmente, il premio assegnato all'ausiliaria della S.A.F. risultata prima classificata nel 1° Corso di Arruolamento della Repubblica Sociale Italiana, avviato al Lido di Venezia il 1° maggio 1944.


Verso la fine del 1943, l’ex ispettrice nazionale dei Fasci di Combattimento Femminili, Piera Gatteschi Fondelli manifestò al Duce il desiderio delle donne fasciste di avere un ruolo più incisivo nella difesa del paese. Il progetto piacque e venne approvato.

L'iniziativa mussoliniana riscosse un grande successo: presentarono domanda di arruolamento nel SAF oltre seimila donne appartenenti ad ogni ceto sociale e provenienti da ogni parte dell'Italia, erano in tante ragazze quasi maggiorenni, molte spose, parecchie madri. Lo stipendio oscillava tra le 700 lire del personale di concetto e le 350 lire del personale di fatica. Al SAF ogni dipendente era soggetta alla giurisdizione penale militare. Si trattava in sostanza di tre gradi filoni: il Servizio Ausiliario Femminile, le Brigate Nere e la Decima Mas, nella quale ci si poteva arruolare anche avendo solo quindici anni. Furono le prime in Italia ad essere inquadrate in un corpo militare che le scioglieva da quel ruolo tipicamente femminile che avevano sempre avuto.


Il Servizio Ausiliario Femminile venne istituito il 18 aprile 1944 con il decreto ministeriale n. 447, come supporto allo sforzo bellico. Il comando fu affidato al generale di brigata Piera Gatteschi Fondelli, già ispettrice nazionale dei Fasci di Combattimento Femminili.
Per quanto riguarda il reclutamento e l'addestramento il SAF era posto alle dipendenze della Direzione del Partito Fascista Repubblicano per tramite di un Comando Generale del Servizio Ausiliario, ed era articolato su Comandi Provinciali e di Gruppo. Il Comando Generale del corpo sarà posto prima a Venezia e poi, dal 1945, a Como. I Corsi di addestramento organizzati dal Comando generale SAF di Piera Gatteschi furono sei (Italia, Roma, Brigate Nere, Giovinezza, Fiamma e 18 Aprile) ed ognuno veniva frequentato da circa trecento reclute che, preordinate alla loro missione e prestato giuramento, venivano dislocate nei Centri militari e nei Reparti per esse scelti.
Il 1° Corso "
Italia" del 1 maggio 1944 ed il 2° "Roma" del 1 luglio durarono 48 giorni e si svolsero al Lido di Venezia, il 3° "Brigate Nere" durò 65 giorni e iniziò al Lido di Venezia, ma venne concluso a Como, dove si tennero poi il 4° "Giovinezza" del 5 novembre (43 giorni), il 5° "Fiamma" del 1 gennaio 1945 (58 giorni) ed il 6° "18 Aprile" del 1 marzo (48 giorni). Anche le Brigate Nere realizzarono il proprio SAF tanto che Piera Gatteschi organizzò per loro il 3° Corso Brigate Nere con oltre 200 volontarie.
 

La placca con il punzone inciso sotto la lama del fascio di destra
Le allieve del 1° Corso "Italia" sfilano a Lido di Venezia
 

14-3-2021