Germania (1919-1945)
ECCEZIONALE LOTTO DI ATTESTATI (CROCE DI FERRO 1° E 2° CLASSE) DI UN MEMBRO DEL "PANZER PIONIER BTL. 51" FIRMATI DA DUE FAMOSI GENERALI
Prezzo: Euro 450,00 - cod. nr. 26147

L'attestato firmato dal Generalleutnant Mortimer von Kessel , comandante della 20.Pamzer Division
Una rara foto del Generalleutnant Morimer von Kessel
L'attestato della Croce di Ferro di 2.Classe firmato dal General der Gebirgstruppen Julius Ringel, comandante generale del XVIII Armeekorps e del Weherkreis XVIII
Il General der Gebirgstruppen Julius Ringel
Il terzo attestato per il distintivo da ferita argento, ricevuto il 15 novembre 1944 mentre era ricoverato presso il Reserve Lazarett di Rackersburg in Stiria
Questo eccezionale lotto di attestati è stato assegnato allo stesso soldato, il Gefreiten Gustav Fenecke appartenente alla 1.Pionier Bataillon 51 in forza alla 23.Panzer Division.
Quello che lo rende particolarmente interessante sotto il profilo storico-collezionistico è la stranezza nelle firme degli attestati e nelle loro date, cosa che raramente si riscontra nei documenti ufficiali germanici. Trattandosi di documenti emessi negli ultimi mesi di guerra questo potrebbe essere, probabilmente, il motivo delle notevoli discrepanze.
Il primo, in ordine di tempo, dei tre attestati ricevuto da Gustav Fenake è quello della Croce di Ferro di 1.Classe, assegnatagli il 29 settembre 1944 e firmato dal Generalleutnant Mortimer von Kessel, comandante della 20.Panzer Divsion, mentre l'unità dove combatteva era in forza alla 23.Panzer Division, comandata dal Generalmajor Joseph von Radowittz .

Questa prima discrepanza può essere spiegata con il fatto che entrambe le divisioni panzer facevano parte, in quei giorni, dell'Heersgruppe Sudukraine costretto a ritirarsi verso l'Ungheria dalla defezione della Romania dalle forze dell'Asse.
Non era raro che alcuni attestati fossero firmati dal comandante di un'altra divisione quando il titolare era indisponibile perchè ferito o assente. Questo potrebbe essere stato proprio il caso di Joseph von Radowitz che, con il grado di colonnello era stato incaricato del comando provvisorio della 23.Panzer Division il 9 giugno 1944 e solo il 1 settembre ne aveva assunto ufficialmente il comando con la promozione a Generalmajor e con la sua probabile assenza dovuta alla sua decorazione con la Ritterkreuz il 17 settembre.

Una indiretta conferma ci viene dall'esame del secondo attestato in ordine di data, quello per distintivo di ferita grado argento, ricevuto da Gustav Fenecke il 15 novembre 1944 al momento del suo rilascio dal Reserve Lazarett Rackersburg in Stiria, dove era stato ricoverato il 27 settembre per una ferita riportata in Ungheria.
Il terzo documento costituisce invece la più strana delle discrepanze, trattandosi dell'attestato di assegnazione della Croce di Ferro di 2.classe datato 5 gennaio 1945, quindi successivo a quello già ricevuto per la Croce di Ferro di 1.Classe.
Questo fatto è, infatti, quasi inspiegabile considerando che il soldato tedesco che riceveva la decorazione di 1.Classe doveva obbligatoriamente aver già ricevuto in precdenza anche quella di 2.Classe.

Ferma restando la rarità collezionistica dei due documenti, possiamo cercare di ipotizzare una spiegazione basandoci sulle informazioni che ci fornisce l'attestato stesso.
Intanto la località nella quale è stato rilasciato che risulta essere Salzburg, la sede del Comando del XVIII Armeekorps e del Wehrkreis XVIII che comprendeva la Stiria, la Carinzia, il Tirolo e il distretto si Salisburgo). L'attestato è stato infatti firmato dal General der Gebirgstruppen Julius Ringel che ne aveva assunto il comando il 22 giugno 1944 dopo aver lasciato quello del LXIX Gebirgs-Korps in Croazia.
L'unica spiegazione plausibile è che è che non sia stata trovata traccia dell'attestato originale per la Croce di ferro di 2.Classe, rilasciato probabilmente poco prima  di quello di 1.Classe mentre infuriavano i combattimenti a sud di Klausenburg in Romania, dove la 23.Panzer Division era stata trasferita via Budapest e dove il Gefreiten Fenecke era stato ferito il 27.9.44 e decorato con la Croce di Ferro di 1.Classe due giorni dopo.
In questo caso si è posto riparo ad una evidente irregolarità chiedendo l'intervento del Comandante Generale del Weherkreis più vicino.
 
   
 

7-11-2021