Germania (1919-1945)
DISTINTIVO GUIDATORE IN BRONZO CON EXPERTISE E ATTESTATO DI UN PIONIERE DELLA 6.INFANTERIE DIVISION CADUTO IN RUSSIA NEL 1943
Prezzo: Euro 150,00 (attestato + distintivo ) - cod. nr. 23040
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Il Generalleutnant Horst Grossmann, comandante della 6.Infanterie Division
Coppia di oggetti assolutamente originali e di grande interesse storico-militare. Si tratta di un "KraftfahrBewahrungsabzeichen in Bronze" (Distintivo di perizia nella guida di classe "Bronzo") in ottime condizioni di conservazione con l'attestato di conferimento intestato all' Unteroffizier Heinrich Otte, della 2.Pi.6 della 6. Infanterie Division, quando la divisione era impegnata nella famosa ritirata dal saliente di Rzhev con la 9.Armee che liberò dodici divisioni da una posizione assai esposta. Il documento risulta essere stato emesso in "O.U." (località sconosciuta) il 12 giugno 1943 e porta il timbro del Pionier-Batallion 6 e la firma del suo comandante, l'Hauptmann Wilhelm Wellnitz.
Wilhelm Wellnitz aveva assunto il comando del Pionier-Batallion 6 il 1.3.1943 (poco dopo aver ricevuta la Croce Germanica in Oro il 23 febbraio ed essere stato promosso Hauptmann) e lo aveva mantenuto fino al 14.1.1944. In questo periodo era stato promosso fino al grado di Oberleutnant (Tenente Colonnello).La 6.Infanterie Division, della quale faceva parte il Pionier-Bataillon 6, fu annientata durante l'offensiva sovietica dell'estate 1944 e non si hanno più tracce dei successivi comandi di Wellnitz fino al 1 marzo 1945 quando è stato dato per disperso nel Kurland.
Nel periodo di assegnazione della decorazione, il battaglione del sergente Otte si trovava nella zona di Rshew dove si distinse particolarmente il 17 giugno nei combattimenti di Gridino, la localita' piu' avanzata del fronte. Il Feldmarschall Kluge, in visita alle posizioni tenute dalla divisione il 19 giugno, ebbe modo di esprimere la sua riconoscenza ufficiale a tutti i combattenti di Gridino.
Nel luglio del 1943, dopo un breve periodo di riposo, la divisione, al comando del Generalleutnant Hotst Grossmann, fu nuovamente impegnata in aspri combattimenti a Kursk, Orel e nelle battaglie difensive del medio Dnieper.
Proprio durante questo peiodo, il 15 luglio, l'Unteruffizier Otte, cadde in combattimento a Ssaborowo. I suoi resti sono sepolti nel cimitero militare di Kursk - Besedino (Blocco 11, Fila 15, Tomba 743).

Il "KraftfahrBewahrungsabzeichen" venne introdotto il 23 ottobre 1942 e reso retroattivo fino al 1 dicembre 1940.
Era riservato al personale militare e civile che si era distinto durante i combattimenti come autista. Per i militari era autorizzatoi dal comandante dell'unita' di appartenenza mentre per i civili dal Ministero dell'interno. Il distintivo era assegnato in tre gradi diversi: bronzo, argento e oro.
La versione assegnata dipendeva dal numero di giorni consecutivi di servizio: 90, 120 e 135 per le diverse classi. Tutte le versioni venivano indossate sul polsino sinistro della divisa. Questo esemplare, assolutamente originale, come dimostra l'expertise che lo accompagna, è stato realizzato in lamierino stampato e bronzato. non porta marchi del produttore ma ha una fattura di alta qualità. E' completo dei due robbi di aggancio alla stoffa di protezione ma è mancante della placchetta che spesso accompagna questi distintivi per renderli più rigidi. Misura 45,5 mm di larghezza, 44,7 mm di altezza e pesa 6,88 grammi.

La 6. Infanterie Division nasce nel 1934 come Wehrgauleitung Hannover che poco dopo si trasformo' nel Infanterieführer VI della Reichswehr. Con l'annuncio ufficiale di creazione della Wermacht il 15 ottobre 1935, e il conseguente superamento del limite di 7 divisioni imposto dal trattato di Versailles, venne meno la necessita' di mascherare le divisioni eccedenti con nomi diversi e la divisione assunse formalmente il nome di 6.Infanterie Division della Wermacht.
Al comando del Generalleutnant Arnold Frhr. von Biegeleben la Divisione fu mobilitata nella prima ora e venne subito impiegata lungo la Linea Sigfrido per partecipare poi alle operazioni belliche sul Fronte Ovest.
Nel giugno del 1941 venne impiegata nell'invasione della Russia come parte del 9.Armee sotto l' Heeresgruppe Mitte.
Sostenne numerosi combattimenti lungo la strada che doveva portare a Mosca facendosi una meritata fama di combattente. Si trovo' in posizione scoperta quando i Sovietici lanciarono la controffensiva invernale dovendo tenere circa 16 km di fronte quando la media era di 6 km per divisione.
Nel 1942, sotto il comando del Generalmajor Grossmann ( promosso Generalleutnant il 1 gennaio 1943 ) fu coinvolta nelle numerose battaglie difensive e nel marzo del 1943 prese parte alla famosa ritirata dal saliente di Rzhev. Nel luglio del 1943 partecipo' alle battaglie di Kursk come parte del XLVII Panzer Korps. Successivamente venne impegnata in posizioni di difesa della retroguardia nelle battaglie della zona del medio-Dnieper. Subi' una pesante sconfitta, come tutti i resti dell'Heeresgruppe Mitte, durante l'offensiva sovietica dell'estate 1944. La gran parte degli effettivi vennero circondati con il XXXV.Korps e costretti ad arrendersi . La divisione fu quindi annientata il 6 giugno 1944 e ufficialmente sciolta il 18 luglio 1944.
Venne riformata il 25 luglio in Sennelager come 6.Grenadier-Division dalla 552.Grenadier-Division con i resti della vecchia 6.Infanterie-Division. La Divisione fu riformata con unita' della Schatten-Division Dresden servendo sotto l'Armeegruppe del General Schorner a est di Praga in aprile-maggio 1945, dove si arrese definitivamente. Horst Grassmann lascio' il comando della Divisione nel dicembre del 1943 per assumere il comando prima del XXXV Armee Korps e poi del LV Armee Korps. Promosso General der Infanterie il 9 novembre 1944 assunse il comando del VI Armee Korps tenendolo fino alla fine della guerra.

 

 23-9-2018