Germania (1919-1945)
"EISERNESKREUZ 2.KLASSE" (CROCE DI FERRO DI 2° CLASSE) CON RARO ATTESTATO FIRMATO NEL 1942 DAL GENERALLEUTNANT JOACHIM WITTHOEFT FUTURO COMANDANTE DEL NORD ITALIA
Prezzo: Euro 350,00 - cod. nr. 26046
Il punzone "100" sull'anello che indica il fabbricante "Rudolf Wachtler & Lange"  di Mittweida
Il Generalleutnant Joachim Witthoeft, comandante della 86.Infanterie Division firmatario dell'attestato per la Croce di Ferro

Eccezionale opportunità di aggiudicarsi un lotto "storico" formato da una "Eiserne Kreuz 2.Klasse" (Croce di Ferro 1939 di 2.Classe) e un attestato di conferimento firmato di suo pugno dal Generalleutnantl Joachim Witthoeft,  comandante della 62.Infanterie Division e futuro "Militaerbefehlshaber Oberitalien" (Comandante militare del Nord Italia).


L'attestato per la Croce di Ferro di 2° classe, che porta la firma del comandante la divisione,  è stato consegnato al Schutzen Graevendieck della 1° compagnia dell'Infanterie Regiment 184, il 20 luglio 1941 quando la divisione si trovava nella Prussia Orientale con il OHK Reserve in attesa di iniziare la Campagna di Russia. Evidentemente lo Schutzen Graevendieck si era meritato la ricompensa in Francia.


Ovviamente quello che rende prezioso questo lotto, oltre alla Croce di Ferro marcata "100" sull'anello che sta ad indicare il fabbricante "Rudolf Wachtler & Lange" di Mittweida, uno dei più famosi dell'epoca, è, la firma del Generalleutnant Joachim Witthoeft.


Joachim Witthoef era nato il 22 settembre 1887 a Marienwerder, nella Prussia occidentale. Arruolatosi nell'esrcito prussiano come allievo ufficiale fu promosso Leutnant (Sottotenente) nel 1907. Dopo aver frequentato la Scuola di Guerra fu promosso Oberleutnant (Tenente) prestando servizio presso la scuola per sottufficiali di Wetzlar. Duante la guerra fu promosso capitano e decorato con molti riconoscimenti tra i quali le due croci di ferro di 1° e 2° classe.


Dimesso dall'esercito nel 1920 entrò in Polizia dove venne promosso Major (Maggiore) e Oberstleutnant der Polizei (Tenente Colonnello) il 1° luglio 1932 Il 1° novembre 1933 fu promosso Oberst (Colonnello) e con questo grado fu richiamato in servizio nella Wehrmacht il 1° aprile 1936, assumendo il comando dell'Infanterie Regiment 6 a Lubecca fino al 1° ottobre 1938 quando, promosso Generalmajor, fu nominato comandante della Divisione 26 a Dusseldorf.


Dopo la mobilitazione generale fu nominato comandante della 86.Infanterie Division appena costituita. Alla guida di questa divisione ha partecipato alla Campagna di Francia con la 1.Armee restandovi come forza di occupazione fino al giugno 1941. Il 1° ottobre 1941 fu promosso Generalleutnant, guidando la sua divisione durante l'Operazione Barbarossa in seno alla 9.Armee e combattendo a Smolensk, Wiasma e Rshew, venendo decorato con la Ritterkreuz il 4 dicembre 1941.


Il 1° gennaio 1942 lasciò il comando e il 12 gennaio assunse la guida del XXVII.Armeekorps con il quale combattè nella Russia centrale. Il 30 giugno lasciò il comando del corpo al Generaleutnent Walther Weiss che aveva assunto precedentemente il comando della 86.Infanterie Divisione. Il 21 luglio 1942 fu nominato Comandante Generale delle Forze di Sicurezza (Sicherungstruppen) e Comandante dell'Area B dell'Esercito.


Nel febbraio del 1942 fu nominato Comandante dell'Area Sud del'Esercito. Il 26 agosto 1943, come successore del General der Gebirgstruppen Feurstein, divenne il responsabile delle contromisure nei confronti dell'ex alleato italiano.
Il 10 settembre 1943 fu autore di un ordine al riguardo che recitava "...il permesso di ricostituire il proprio equipaggiamento a spese dell'esercito italiano non deve in nessun caso portare a saccheggi o attacchi che possano macchiare l'onore del soldato tedesco".
Ordinò poi di concefere ai prigionieri italiani tutte le agevolazioni ragionevoli.


fIl 20 settembre 1943 fu nominato Comandante Generale Militare nel Nord Italia e il 20 ottobre fu nominato Comandante dell'area di sicurezza dell'Alpenvorland. Il suo gruppo di lavoro venne identificato come "Gruppe Witthoef".
Il 15 maggio 1944 fu nominato Comandante della Costa veneziana.  

Il 1° settembre 1944 fu sollevato dall'incarico e trasferito nella Fuehrerreserve. Nell'aprile 1945 fu posto al comando del Kampfgruppe Witthoeft che guidò nella brughiera di Luenburg sotto il comando del Feldmarschall Ernst Busch fino alla resa dell'8 maggio 1945.

L'attestato di conferimento della Croce di Ferro di 2.Classe è stato firmato di suo pugno dal Generalleutnant Joachim Wittheft, comandante della 82.Infanterie Division.
Il generale Witthoeft (a sinistra) accompagna il Feldmarschall Kesselring durante un sopralluogo in Liguria. A destra il generale Georg Reinhardt
 
 
   

9-10-2021