Germania fino al 1918
BELLISSIMA PLACCA IN BRONZO DA AUTO COMMEMORATIVA DELLA PARTECIPAZIONE AL "4.REICHSFAHRT" ORGANIZZATO DALLO "STAHLHELM BUND" A BERLINO
Prezzo: Euro 180,00 - cod. nr. 25574
Le bandiere dello "Stahlhelm durante una manifestazione

Di questa placchetta esistino diverse versioni e anche dei distintivi da petto, ma molte sono le riproduzioni in circolazione. Non è facile, quindi, trovare un esemplare originale come questo in condizioni perfette, realizzato in metallo bronzato e delle dimensioni di 79 x 74 mm. .


Sul retro è dotato di tre particolari anelli per il fissaggio che lo distinguono dalle copie che ne sono prive. Il disegno raffigura un'aquila stilizzata che porta al centro l'elmo tedesco (Stahlhelm) della prima guerra che da il nome all'organizzazione dei veterani tedeschi "Stahlhelmbund", divenuta dopo il 1933 N.S. - Deutscher Frontkampferbund. Sull'elmo è incisa la sigla "13. R.F.S.T" che significa 13. Reichsfrontsoldatentag (13° giornata del soldato tedesco) mentre sulla ali si legge "BERLIN" in due parti separate dall'elmo. La placchetta porta sul retro il marchio ovale del fabbricante "ROB. NEFF - BERLIN "W57".
Agli albori della diffusione dell'automobile, i Reichsfahrten erano intesi come viaggi annuali in veicoli a motore lungo percorsi prestabiliti all'interno del Reich tedesco. Questi furono organizzati dall'Automobil Club tedesco dal 1921 al 1933 e godevano di un alto livello di attenzione tra la popolazione e la stampa nazionale. Potevcano parteciparvi anche le motociclette.
I Reichsfahrten non erano delle gare automobilistiche ma assomigliavano piuttosto a dei raduni di più giorni, con prove giornaliere e stressanti per i veicoli. Servirono infatti moltissimo come test per le case automobilistiche che vi partecipavano con propri piloti professionisti. Dopo il 1933 queste manifestazioni furono organizzate dallo "Stahlhelm" fintanto che non venne sciolto dal regime nazista.

La lega "Der Stahlhelm" venne costituita il 25 dicembre 1918 nella fabbrica di acqua minerale di proprieta' del capitano Franz Seldte (un veterano del fronte occidentale che aveva perso un braccio nella battaglia della Somme) e dei suoi fratelli Eugen e Georg situata a Magdeburg in Sassonia-Anhalt. All'evento presero parte una dozzina di camerati dell' "Infanterie Regiment 66". L'atto di costituzione fissava due obiettivi principali per l'associazione: supportare lo spirito di cameratismo fra i reduci aiutandoli economicamente indipendentemente dalla loro fede religiosa o politica e preservare la "legge e l'ordine" contro la rivoluzione in atto.
Sebbene si trattasse di una forza antirivoluzionaria lo Stahlhelm non era un'organizzazione razzista e antirepubblicana (almeno all'inizio) accettando tra i suoi membri anche ebrei e socialisti democratici. L'unico requisito richiesto era quello di aver servito almeno sei mesi al fronte.
Nel giugno del 1922 vi erano 500 gruppi organizzati distribuiti in 16 Gaue (Distretti) della Germania settentrionale. Dopo essere stato messo al bando nel 1923 insieme ad altre organizzazioni paramilitari, lo Stahlhelm si sposto' decisamente a destra sposando poco dopo le idee del NSDAP e presentandosi alle elezioni del 1933 in un'unica coalizione che determino' il successo elettorale di Hitler. Il suo fondatore divento' SA-Obergruppenfuhrer nell'agosto del 1935 e lo Stahlhelm si dissolse definitivamente dopo aver contato piu' di 500.000 membri. .  

 13-3-2018