Italia (1919-1939)
BELLISSIMO E RARO FAZZOLETTO DI SETA NERA CON IL FAMOSO DISCORSO DI MUSSOLINI DEL 2 OTTOBRE 1935 IN PERFETTE CONDIZIONI
Prezzo: venduto - cod. nr. 26174

Bellissimo fazzoletto da collo in pura seta con fondo nero e scritte in bianco che riproducono lo storico discorso di Mussolini del 2 ottobre 1935 alla radio che annunciava la guerra all'Etiopia.Il fazzoletto misura circa 85 x 80 cm. ed è in condizioni eccezionali di conservazione.
Questo esemplare può essere definito "tipo lusso" in quanto realizzato in pura seta mentre la gran parte di questi fazzoletti fu realizzato in Lanital, una fibra autarchica appena commercializzata dalla Snia Viscosa.  
Dopo aver consolidato la presenza italiana in Libia, ampliato l'occupazione della Tripolitania settentrionale e meridionale ( 1923-1925 ) e represso con successo la ribellione in Cirenaica dal Generale Graziani, il Fascismo aveva dato nuovo slancio alla politica coloniale italiana.
Tra il 1923 ed il 1928 fu inoltre completata la conquista della Somalia, fino a quel momento limitata alla parte centrale del Paese. Nel 1928 venne stipulato un patto d'amicizia con la confinante Etiopia e una convenzione stradale ma già nel 1930 iniziò a maturare la decisione di intraprendere una campagna militare contro l'Etiopia. I preparativi durarono alcuni anni fino al 5 dicembre 1934 quando un incidente presso la località di Ual-Ual, lungo la frontiera somala, offrì il pretesto per l'avvio delle operazioni militari. L'imperatore d'Etiopia Hlailè Selassiè si rivolse alla Società delle Nazioni, della quale il suo paese era membro dal 1923, chiedendone l'intervento per fermare le mire espansionistiche italiane ma Francia e Inghilterra, non volendosi inimicare Mussolini, impedirono che l'azione italiana fosse ostacolata. Così il 2 ottobre 1935, con questo famoso discorso pubblicato il giorno successivo da tutti i giornali italiani, Mussolini annunciò l'inizio di una guerra di conquista territoriale che doveva vendicare la bruciante sconfitta italiana di fine secolo.

Solo a questo punto, quando l'opinione pubblica internazionale iniziò a mobilitarsi contro la violenta aggressione italiana, la Società delle Nazioni approvò una serie di sanzioni economiche contro l'Italia. ll 3 ottobre le truppe italiane invasero l'Etiopia dall'Eritrea, occupando in breve tempo Adua, Axum, Adigrat, Macallè.
A metà novembre la direzione delle operazioni fu affidata al generale Pietro Badoglio, che, dopo aver sconfitto la controffensiva etiopica, entrò ad Addis Abeba il 5 maggio 1936. Il 9 maggio 1936 Mussolini poté proclamare la costituzione dell'Impero italiano di Etiopia, attribuendone la corona al Re d'Italia Vittorio Emanuele III.
 
 

14-11-2021