Italia (1919-1939)
RARISSIMA TESSERADI ISCRIZIONE CON DISTINTIVO DEL PARTITO LIBERALE ITALIANO DEL 1923
Prezzo: Euro 280,00 - cod. nr. 25433

Rarissimo lotto composto dalla tessera di iscrizione al Partito Liberare Italiano dell'anno 1923 e dal distintivo indossato dagli iscritti sul bavero della giacca o sulla cravatta.

La tessera, in condizioni perfette, era stata rilasciata dalla sezione di Cuneo e porta la scritta "Respinta" sul fronte. Sul retro è impresso un timbro dell'"Unione Democratica Provinciale" che porta la firma del Segretario Politico della sezione di Cuneo e la data del 4 marzo 1924.

E' molto probabile che la tessera sia stata respinta dallo stesso iscritto, che probabilmente aveva optato per l'iscrizione al Partito Fascista, dopo la Marcia su Roma e il cambiamento in corso sulla scena politica nazionale.


Il Partito Liberale Italiano (PLI) è stato un partito politico italiano, fondato sull'impostazione liberale, liberista e laica dello Stato, che rappresentava idealmente la tradizione moderata del Risorgimento, erede dell'Unione Liberale, o anche Partito liberale costituzionale (o Destra storica), che aveva avuto in Camillo Benso di Cavour il massimo rappresentante.
Fu fondato da Emilio Borzino,la cui firma è stampata sulla tessera, a Bologna, l'8 ottobre 1922, e assunse subito un atteggiamento di collaborazione con il governo fascista.


Di fronte alla crisi organica del sistema liberale negli anni del primo dopoguerra e nel timore di un collasso delle istituzioni che aprisse le porte all’eversione sociale rivoluzionaria, i liberali videro con favore l’emergere del fascismo, poi, in seguito, la sua ascesa al potere; e appoggiarono con convinzione il governo Mussolini da essi considerato non soltanto in grado di adempiere al compito della restaurazione dell’autorità dello Stato, ma anche di svolgere il ruolo di una forza autenticamente liberale che avrebbe riportato il Paese alla normalità costituzionale.


L'alleanza proseguì fino fino al delitto Matteotti del 1924 e, quando, in seguito al II Congresso di Livorno, prese le distanze dal fascismo, fu messo fuori legge nel 1925. Questa tessera e questo distintivo rappresentano quindi una  vera rarità storica oltre che collezionistica.


17-4-2021