Italia (1919-1939)
BELLISSIMO TAGLIACARTE DONO DEL P.N.F. DI CAMPOBASSO OPERA DEL FAMOSO MAESTRO DELL'ACCIAO TRAFORATO NICOLA MASTROPIETRO
Prezzo: Euro 650,00 - cod. nr. 26018

Questo straordinario oggetto artistico a forma di tagliacarte in acciaio traforato, che misura 35 cm. di lunghezza, ha due ragioni per essere considerato un oggetto di enorme interesse sotto il profilo storico e collezionistico (e non solo per gli appassionati molisani).


La prima ragione è data dal suo creatore, Nicola Mastropietro, un maestro dell'arte del traforo dell'acciaio che si è sviluppata a Campobasso fin dai primi delll'800 quando il forbiciaio Carlo Rinaldi introdusse un'importante innovazione stilistica: in pratica gli oggetti prodotti nelle officine di Campobasso divennero non solo utili, ma anche eleganti perché decorati con raffinate figurazioni ottenute a colpi di traforo e cesello che ottennero unanimi riconoscimenti e apprezzamenti nelle principali Esposizioni del Regno.


Nicola Mastropietro,era un vero e proprio genio dell'acciaio. Colto e istrionico, amante dei viaggi e delle novità, seppe farsi apprezzare per le sue qualità artistiche dalla famiglia Reale e da altre importanti personalità, compresi importanti esponentidell'esercito quali i generali Cadorna e Diaz, il capo del Governo Mussolini e il poeta D'Annunzio.
Questo tagliacarte è un esempio della sua arte eccezionale ma anche uno straordinario cimelo storico per una seconda ragione.


La Federazione Provinciale del P.N.F. di Campobasso doveva essersi macchiata di qualche gravissima irregolarità, tanto da far intervenire il Segretario Generale Achille Starace che inviò a Campobasso i suoi Ispettori e poco dopo ne decise il commissariamento che durò dal 14-7-1933 al 14-3-1934, come possiamo leggere nell'incisione d'epoca presente sulla punta del lato esterno del tagliacarte, sopra il fascio littorio stilizzato.
Il tagliacarte, evidentemente, sugellò la fine di questo periodo e il ritorno alla normalità degli organi direttivi locali che lo donarono al commissario uscente o a qualche suo collaboratore, quale "RICORDO DI CAMPOBASSO" e della eccezionale bravura dei suoi artigiani che lavoravano l'acciaio. Tra questi il più famoso, i cui oggetti erano esposti nelle principali fiere e venivano contesi tra i personaggi più importanti dell'epoca, era sicuramente Nicola Mastropietro che vi ha inciso il suo marchio "N.MASTROPIETRO CAMPOBASSO" sulla faccia interna, in alto.

 

2-10-2021