Italia (1919-1939)
RARISSIMA MEDAGLIA DI REPARTO FORMATO MIGNON DEI MOSCHETTIERI DEL DUCE IN BRONZO ARGENTATO E BUSTA ORIGINALE
Prezzo: Euro 500,00 - cod. nr. 25960
Uniformi e decorazioni dei Moschettieri del Duce in una tavola del volume "MVSN storia, organizzazione, uniformi e distintivi" di Guido Rosignoli. In alto a sinistra è raffigurata la "medaglia di reparto".

Rarissima medaglia di reparto, formato mignon, garantita originale, riservata agli appartenenti al corpo speciale dei Moschettieri del Duce, costituitosi ufficialmente l'11 febbraio 1923 traendo le sue origini da una squadra d'azione fascista che aveva operato in Roma e che, dai suoi componenti, era stata battezzata la "Moschettiera".

La medaglia è accompagnata da una busta originale che faceva parte del set per la corrispondenza del Moschettiere Capitano Commendatore Francesco Maria Della Torre, che nella vita civile era il Direttore della "Rivista delle Colonie" che aveva sede presso il MInistero della Colonie.
Naturalmente anche per i professionisti, dirigenti e funzionari, l'appartenenza al corpo dei Moschettieri rappresentava un motivo di orgoglio e di grande prestigio sociale. Per questa ragione quasi tutti i Moschettieri, nell'esercizio delle loro attività professionali, utilizzavano la carta da lettere intestata con l'emblema del Corpo in rilievo.


A far parte di questo manipolo, battezzato all'inizio "Moschettieri di Mussolini", vennero, infatti, prescelti professionisti, dirigenti d'azienda, funzionari ed impiegati dello Stato. I Moschettieri non erano in servizio permanente ma venivano chiamati quando lo esigevano le necessità del servizio e nessun compenso economico era loro devoluto.


Le uniformi venivano fornite a spese della Segreteria del Duce e conservate, unitamente al pugnale che ne era parte integrante, a cura di ciascun Moschettiere. La forza iniziale del reparto era prevista in una trentina di uomini ma, nel tempo, lo sviluppo del Reparto dei Moschettieri fu veramente notevole tanto che venne quasi subito trasformato in Centuria e la sua forza venne portata nel 1937 a 180 uomini. Mussolini, dedicando loro una sua fotografia, ebbe a definirli "Silenziosi Fedeli" e queste due parole figurano infatti sul retro della medaglia, incise con la calligrafia del Duce.


La medaglia ufficiale, misura 30 mm di diametro, ed è stata realizzata da V.E.Boeri di Roma in metallo argentato e smalti neri. Sul fronte l'emblema del Reparto costituito da un teschio sovrapposto a due fioretti racchiusi tra le parole argentate "MOSCHETTIERI DEL DUCE". Sul retro il motto inciso con la calligrafia del Duce "Moschettieri" Silenziosi Fedeli e la firma "Mussolini" sopra un'aquila ad ali abbassate sopra ad un fascio littorio. In basso la sigla "M.V.S.N.". La medaglia veniva appesa ad un comune nastro nero, passato all'interno di un anello inserito nell'appicicagnolo.


La medaglia nel formato mignon, che veniva indossata sull'abito civile, ha le stesse caratteristiche  della medaglia ufficiale, solo in misura ridotta, compreso il nastro nero. Le condizioni di conservazione dello smalto sono eccezionali.

 

 17-2-2015