Italia fino al 1871
RARA MEDAGLIA ORIGINALE REALIZZATA NEL 1848 A RICORDO DELLA LIBERAZIONE DI VENEZIA
Prezzo: venduto - cod. nr. 25543
Daniele Manin mentre parla alla folla in piazza San Marco

Medaglia di bronzo rilasciata dal Governo Provvisiorio della Repubblica Veneta di San Marco a ricordo della liberazione di Venezia" dal dominio austriaco nel 1848.


La medaglia, che misura 25 mm di diametro e pesa 7,50 grammi, e' stata coniata sicuramente nel 1848 (vedi H. von Heyden "Segni d'onore e distintivi del Regno d'Italia e degli ex Stati Italiani" pag. 164 e Brambilla "Le medaglie italiane negli ultimi 200 anni" pag. 199) ed e' completa di un nastro rosso scuro orlato di giallo (I colori della Repubblica Veneta) adeguato ma non coevo. Quasi tutte le medaglie, presenti oggi sul mercato collezionistico sono prive di nastro o completate da un nastro non coevo.

Ad accendere gli animi (non solo a Venezia ma in mezza Europa) fu la notizia della rivoluzione parigina; ma a dar fuoco alla miccia fu soprattutto quella viennese, scoppiata il 13 marzo 1848; la notizia giunse da Trieste con una nave a Venezia il 17,  e fu questa notizia a scatenare l'insurrezione non solo a Venezia ma in tutto il Veneto e in Lombardia.
La popolazione minacciosa si concentrò su piazza San Marco e il suo primo pensiero fu quello di andare all'assalto dell'Arsenale e dirigersi al palazzo del governatore per far immediatamente liberare Manin e Tommaseo dalle carceri.
Il governatore conte Luigi Pallfy, dopo breve esitare, temendo di provocare l'ira della moltitudine con un rifiuto, o meglio per salvare la pelle, ordinò la liberazione dei due patrioti, i quali furono tratti dal carcere e portati in trionfo dalla folla esultante in piazza S. Marco. La cacciata da Venezia degli Austriaci, con la lunga, eroica, disperata resistenza della città all'asssedio degli oppressori, rappresentano, senza dubbio due episodi che sono tra i più eroici e sfolgoranti della storia e della riscossa dei Veneziani. Daniele Manin, portato in trionfo a Piazza San Marco, fu posto a capo del Governo provvisorio. Nello stesso giorno (22 marzo) fu proclamata la Nuova Repubblica Veneta di San Marco e Manin fu eletto ovviamente  presidente.
 

3-5-2021