Italia (1919-1939)
RARO FEZ COLBACCO PER ASPIRANTE SOTTO CAPOMANIPOLO DELLA 19^ LEGIONE "LA FEDELISSIMA" DELLA M.V.S.N.
Prezzo: Euro 700,00 - cod. nr. 25928
Il raro distintivo indossato dai membri della 19° Legione "La Fedelissima"

Bellissimo e raro "fez colbacco" del per un Aspirante Sotto Capomanipolo della 19° Legione "La Fedelissima" della Milizia Volontaria per la Sicurezza nazionale, in eccezionali condizioni di conservazione e marcato sulla fodera "La Casermetta" di Cremona. Il Comando della legione si trovava, infatti, a Casalmaggiore.
Quello che lo rende particolarmente raro sotto il profilo collezionistico è il fatto di portare  il grado di Aspirante, Sotto Capomanipolo, sicuramente tra i meno numerosi della M.V.S.N. anche perchè rimasto in vigore per un periodo limitato.


Il fez è quello descritto dal Regolamento del 1931, che prevedeva l'uso del fez di feltro peloso nero di forma rigida, bombato, con leggera incurvatura in senso longitudinale al centro del cupolino. 
Un risvolto alto circa 11 centimetri, dello stesso feltro nero, ricopre tutta la parte cilindrica del fez; il risvolto è bordato con una trina di seta nera opaca cordonata a bastoncini, alta 15 mm.


Il fez porta, fissato nella parte incurvata del cupolino, una frangia lineare di seta nera, costitutita da fili lunghi circa 20 cm., particolarmente numerosi, che scende sul risvolto lateralmente e davanti, tanto da lasciare visibile il fregio, alla moda di quelli del 1931. Adorna il fex un cordone binario di seta di colore nero, fissato nell'incurvatura del cupolino che scende ad arco sul lato destro del fez, intrecciato a metà con un nodo Savoia.


l fregio sul fez, illustrato nelle foto, è quello istituito nel 1931 e costituito dal fascio littorio dorato, con scure in argento, sormontato da una stella a 5 punte in ricamo di canutiglia dorata, il tutto su panno nero. Nel tondino di panno nero con una doppia cornice dorata, è applicato il numero "19" in cifre arabe dorate, ad indicare che l'ufficiale era inforza alla 19° Legione della M.V.S.N..
Il distintivo di grado, posto sul lato sinistro del copricapo, è  costituito da un gallone dorato a "V" rovesciata con al centro un filetto "sinusoidale" in seta nera di mm. 1, come previsto dal Regolamento 1935. 


Il fez è in eccezionali condizioni di conservazione con l'interno del cupolino rivestito di raso di seta bianca con stampato al centro il marchio del fabbricante "LA CASERMETTA di Nino Coelli - CREMONA". Ha la fascia para sudore in pelle marrone chiaro cucita a zig zag al bordo inferiore.  La taglia è medio/grande, probabilmente una 59 . 
Questo esemplare è in condizioni splendide, e tutti i suoi accesori sono , senza ombra di dubbio, originali, coevi e correttamente posizionati sul fez. Sarà accompagnato da un Certficato di Autenticità rilasciato da MyMilitaria e valevole senza limitazioni di tempo, anche nei confronti di eventuali terzi futuri acquirenti.


La 19° Legione "La Fedelissima" nacque nel 1923 in una zona dove intenso fu l'attivismo delle squadre d'azione, vicina a quella Cremona dove imperversava il "Ras" Roberto Farinacci. All'epoca la legione apparteneva alla II Zona. Il motto della "Fedelissima" era "AUDAX OMNIA PERPETI" (Audace nell'affrontare ogni cosa) tratto dai Carmina di  Orazio.
Nel 1927 la 19° Legione era composta da 3 coorti: comando a Casalmaggiore e coorti distaccate a Calvatone e Gussola.
Nel 1929, in seguito alla riorganizzazione della MVSN, passò al 1° Raggruppamento CC.NN. e quindi alla III Zona di Milano nell'8° Gruppo Legioni Cremona, che comprendeva anche la 17° Legione Cremona d'assalto, con comando a Cremona. Nel 1939 venne mobilitato il XIX btg. CC. NN. che, durante il conflitto, fu impegnato prima sul fronte occidentale inquadrato nella divisione "Assietta", poi inei Balcani insieme al XVIII° btg. CC. NN. in seno alla 18° Legione "Costantissima" di Crema.

 
 

16-8-2021