Italia R.S.I.
RARISSIMO ESEMPLARE ORIGINALE DEL DISTINTIVO DELLE "FIAMME BIANCHE" DELLA RSI
Prezzo: Euro 750,00 - cod. nr. 26242

Raro distintivo originale  coniato in alluminio e verniciato dalla fabbrica S.Johnson ( conio n° 7935 ) nel 1945 per i giovani avanguardisti dell'Opera Balilla che costituirono i reparti "Fiamme Bianche".


Il distintivo la forma di uno scudo con al centro un fascio repubblicano tra due fiamme bianche con alla base del fascio la sigla O.B. e sul retro un semplice fermaglio a spilla


Poco è stato scritto sulle "Fiamme Bianche", i giovani avanguardisti della rinata Opera Balilla che , nei primi mesi del 1944, risposero al bando di arruolamento che prescriveva un'età minima di 15 anni; molti fecero "carte false" per poter essere inquadrati.
Il primo reparto (Squadread'Azione "Fiamme Bianche") si era costituito a Milano con i ragazzi accorsi all'appello lanciato dagli organi di propaganda; seguirono Genova e le altre città del Nord.
Il 20 maggio di quell'anno le "Fiamme Bianche" vennero inviate a Velo d'Astico ( Vicenza ) ad un campo di addestramento: erano 2000 giovani, raggruppati in 4 battaglioni alle dipendenze del Comando della Guardia Nazionale Repubblicana.


La loro uniforme era quella dei paracadutisti con il fregio con la "M" e il fascio repubblicano sul basco nero. Il 10 agosto il campo si sciolse e i due battaglioni formati dai ragazzi che avevano superato il corso, furono inviati al confine con la Svizzera nei pressi di Como.
I componenti delle altre unità vennero invece destinati al Btg. "M" Roma, alla Divisione Etna, alla Legione Muti, al battaglione pompieri S.Barbara e ad alcune Brigate Nere. Nei giorni finali del conflitto le "Fiamme Bianche" furono uno degli ultimi reparti a deporre le armi, motivo per cui molti di essi furono trucidati in periodo di "pace.

 

8-12-20211